STUDIO TECNICO DOTT. ING. GIUSEPPE SANTORO

BLOG D'INGEGNERIA

Blog dedicato ad aspetti tecnici attinenti il mondo dell’ingegneria; gli argomenti trattati sono frutto dell’esperienza maturata dall’autore nel corso della sua attività professionale. Il blog si rivolge a professionisti e non, con l’intento di fornire, adottando un linguaggio semplice e avvalendosi di concetti semplificati, informazioni, considerazioni, valutazioni che possano essere utili al lettore, nonché lanciare spunti di riflessione sui quali poter discutere. Scopo è, inoltre, sensibilizzare il lettore sull’importanza di un approccio tecnico, idoneo, sistematico, qualitativo e professionale, riguardo tematiche che, per essere comprese pienamente, richiedono indubbiamente un adeguato approfondimento tecnico, spesso sottovalutato e purtroppo, ai giorni nostri, non opportunamente valorizzato.
Tutti i contenuti sono protetti da copyright; ne è vietata ogni riproduzione, anche parziale.

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA TECNICA? STUDIO TECNICO GIUSEPPE SANTORO - SERVIZI DI INGEGNERIA PER L'EDILIZIA.

RESTA AGGIORNATO SEGUENDOCI SU FACEBOOK ®

PERCHÈ PROTEGGERSI DALL’INQUINAMENTO DELL’ARIA INDOTTO DAL PARTICOLATO (PM).

COS’È IL PM.
PM (Particulate Matter o Materia Particolata, cioè in piccole particelle), tra cui PM10 (diametro inferiore ai 10 µm) e PM2.5 (diametro inferiore ai 2.5 µm) – trattasi di sostanze sospese in aria sotto forma di aerosol atmosferico, particolarmente pericolose per la salute umana (il PM10 induce come effetto minimo asma e bronchiti periodiche, il PM2.5 è in grado invece di provocare tumori di vario genere).

PERICOLOSITÀ DEL PM 2.5.
particolato fine con diametro inferiore a 2,5 µm (un quarto di centesimo di millimetro), è una polvere toracica, cioè in grado di penetrare profondamente nei polmoni, specie durante la respirazione dalla bocca; è particolarmente cancerogeno poiché può contenere benzene e gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) rispetto ai quali non è possibile stabilire dei valori al di sotto dei quali non vi siano rischi per la salute umana.

 

 

PM SECONDARIO.
Esiste, inoltre, un particolato di origine secondaria che si genera in atmosfera per reazione di altri inquinanti come:
- gli ossidi di azoto (NOx) - sottoprodotti del processo di combustione di motori, caminetti, centrali termoelettriche, ecc. L’azoto è presente nel carbone ed in atmosfera. La produzione di tali sostanze è favorita dalle alte temperature di combustione e può generare irritazioni delle prime vie respiratorie e danni cardiovascolari; sono anche responsabili delle cosiddette piogge acide e della formazione di ozono (inquinamento ambientale e degrado di materiali e di edifici).
- il biossido di zolfo (SO2) o anidrite solforosa, - la principale fonte di inquinamento è costituita dalla combustione di combustibili fossili (carbone e derivati del petrolio) in cui lo zolfo è presente come impurezza – fonti: centrali termoelettriche, combustione di combustibili liquidi e gassosi. E' un gas irritante, provoca asma e bronchiti. Sono anche responsabili delle cosiddette piogge acide.
- l’ammoniaca (NH3) – largamente utilizzata in campo industriale, l'ammoniaca è irritante per le vie respiratorie e provoca sintomatiche gravi, fino alla morte.
- i Composti Organici Volatili (COV), comprende diversi composti chimici, caratterizzati da una certa volatilità; in essi è compresa la formaldeide (prodotta da laminati, e legnami di produzione industriale, colle), i COV rilasciati da rivestimenti chimici, vernici, film decorativi e protettivi.

COSA SONO GLI IPA.
Potenti inquinanti atmosferici; sono inquinanti che generano allerta perché alcuni composti sono stati identificati come cancerogeni, mutageni e teratogeni.
Produzione:

PROTEZIONE DELLA SALUTE UMANA DALL’ESPOSIZIONE AL PM.
Mentre il PM 10 raggiunge solo i bronchi, la trachea e vie respiratorie superiori, il PM 2,5 è in grado di penetrare negli alveoli polmonari con eventuale diffusione nel sangue. Nelle donne sembra che il PM 2,5 venga ad accumularsi nel seno causando il cancro al seno.


VALORI LIMITE PM10 INDICATI DALL’OMS E VIGENTI IN ITALIA

 

Valore massimo per la media annuale

40 µg/m³

Valore massimo giornaliero (24 ore)

50 µg/m³

Numero massimo di superamenti consentiti in un anno

35

PROTEZIONE PER LA CASA (INQUINAMENTO INDOOR).

Curiosità: perché durante la cottura dei cibi è consigliabile azionare la cappa di aspirazione della cucina?
Proprio per facilitare il processo di filtrazione del particolato prodotto, mediante l’utilizzo di un filtro certificato HEPA.
Per garantire una buona qualità dell’aria è quindi importante mantenere in buono stato i filtri, ricorrendo alla loro pulizia e sostituzione periodica.

CONCLUSIONI.
La riduzione del particolato è da decenni un obiettivo della politica europea e mondiale; i limiti annuali risultano spesso violati da molte città in Italia; le cause, come già visto, sono molteplici. Tra queste, da non sottovalutare che sono in aumento esponenziale negli ultimi anni quelle riconducibili alla combustione di biomasse solide prodotte da stufe a legna e a pellets.
Conviene una casa nuova? Alla luce di quanto esposto sin’ora, la risposta è decisamente affermativa!
Data la tecnologia disponibile, il livello di conoscenza raggiunto sulle sostanze inquinanti, i materiali ad oggi disponibili in edilizia, i sistemi di controllo di comfort ambientale, le tecniche costruttive più attente ai dettagli e più sensibili alla prevenzione (sulla salute umana e sulla sicurezza, ad esempio), un’abitazione concepita con le predette accortezze garantisce sicuramente un livello di vita migliore (a patto di saperla realizzare).

NOVEMBRE 2018.

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

STUDIO TECNICO GIUSEPPE SANTORO - SERVIZI DI INGEGNERIA PER L'EDILIZIA. 

INDICE ARGOMENTI:

INQUINAMENTO (INDOOR) DELL'ARIA INDOTTO DAL PARTICOLATO PM

CERTIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI E VALUTAZIONI IMMOBILIARI

RAFFRESCAMENTO ESTIVO EDIFICI RESIDENZIALI: L'INVOLUCRO EDILIZIO

MUFFA E PONTI TERMICI

DISTACCO DA IMPIANTO DI RISCALDAMENTO CENTRALIZZATO

INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO PER EDIFICI ESISTENTI

RISOLUZIONE PROBLEMI MUFFA E CONDENSA MEDIANTE CAPPOTTO TERMICO INTERNO

MUFFA E RICAMBI D'ARIA NELLE CAMERE DA LETTO; LA VMC

POMPE DI CALORE PER RISCALDAMENTO INVERNALE: QUANTO E QUANDO CONVENGONO?